Assicurazione vita, opinioni e informazioni su come richiederla

L’assicurazione vita

L’assicurazione vita rappresenta un tipo di contratto tramite cui chi lo stipula versa alla compagnia un premio mensile o annuale, così che la compagnia stessa possa avere a disposizione una rendita o un capitale nell’eventualità in cui il contraente rimanga invalido o muoia.

In particolare, l’assicurazione di rischio, nota come caso morte, fa sì che in caso di decesso del contraente i suoi familiari possano essere mantenuti: alla morte dell’assicurato, infatti, la compagnia versa al beneficiario (i familiari, appunto) il capitale secondo la somma e le modalità decise al momento della sottoscrizione del contratto.

La liquidazione può essere erogata tutta in una volta oppure attraverso pagamenti periodici. Nella maggior parte dei casi, l’assicurazione vita è indicata per le persone che devono pagare un mutuo e hanno figli o altri familiari a carico. Ciò significa che stipulare una polizza di questo tipo non costituisce esclusivamente un investimento economico, ma soprattutto rappresenta l’occasione per permettere ai propri familiari di mantenere il medesimo tenore di vita anche in seguito a eventi luttuosi.

Nel momento in cui si sceglie la polizza, l’elemento più importante che deve essere valutato è il capitale che viene assicurato, vale a dire l’importo di denaro che la compagnia eroga ai beneficiari alla morte della persona assicurata: tale importo cambia a seconda delle compagnie. Tra gli altri fattori che devono essere presi in considerazione prima della stipula ci sono i tempi e le modalità di pagamento: l’assicurato, infatti, può decidere se versare una somma ogni mese, ogni mese o ogni anno, tramite Rid, bonifico o carta di credito.

È fondamentale, naturalmente, anche l’età del contraente: diverse compagnie, infatti, stabiliscono un limite massimo oltre il quale l’assicurazione vita non può essere stipulata (per esempio oltre gli ottanta anni). Infine, è bene pensare se coprire solo l’eventualità della morte o anche il caso di invalidità.

Le proposte di assicurazione vita attualmente a disposizione sul mercato sono numerose, ognuna delle quali si caratterizza per pro e contro. Tra le altre, merita di essere citato Net For Life, prodotto offerto da Net Insurance Life, che propone un contratto dalla durata da cinque a trenta anni. Il premio è costante o variabile e il pagamento è annuale o semestrale; non è prevista alcuna visita preliminare, nemmeno al momento del rinnovo, e il premio viene rimborsato ai lavoratori dipendenti che dovessero perdere il lavoro. Questa polizza può essere acquistata al telefono o online, in maniera semplice e rapida.

Altra proposta di valore è quella di MetLife, che prende il nome di Libera Mente: anche in questo caso non ci sono visite mediche da sostenere, e la durata del contratto va da un minimo di cinque a un massimo di trenta anni. Il prezzo rimane bloccato per l’intera durata della polizza, ma viene applicato un limite all’età del contraente, che non può avere più di ottanta anni.

Infine, vale la pena di citare anche Onlife, che prevede liquidazione immediata ai familiari e limite di età del contraente a 75 anni: il prezzo in questo caso cambia ogni anno.