Che cosa sono le carte di credito revolving?

Che cosa sono le carte di credito revolving?

La carta revolving funziona come una normale carta di credito utilizzata per l’acquisto di beni e si classifica nel settore del credito al consumo,ovvero quello relativo alla richiesta di prestiti per comprare beni mobili e di valore comunque non superiore ai 10.000 Euro.

Come funziona una carta di credito revolving?

Si compra un bene con una carta revolving quando il rimborso è definito dilazionato,ovvero si paga nei mesi conseguenti e intanto si compra l’oggetto desiderato.

Una delle caratteristiche negative delle carte di credito revolving sono i tassi d’ interesse molto alti e dunque il pagamento di un bene (in quanto riferito al prestito al consumo), ad un prezzo maggiore del 20% rispetto ad un acquisto senza fido revolving.

Ma allora sono veramente utili le carte di credito revolving?

Per il consumatore medio assolutamente no, i tassi sono veramente da capogiro.

Invece per le categorie di persone che si trovano all’ ultima spiaggia e comunque preferiscono comprare piuttosto che aspettare tempi migliori, il credito revolving è l’unico strumento possibile per l’acquisto di un bene.

Tassi delle carte di credito revolving.

La differenza rispetto ad una carta di credito tradizionale è che il pagamento non avviene tutto insieme il mese successivo all’acquisto della carta ma bensì,in un periodo più lungo concordato nel contratto con la propria emittente di carta di credito.

Anche il fido e il massimale della carta revolving sono concordati con la propria emittente di carta di credito.

In questo caso, mentre le carte di credito tradizionali non hanno tassi d’interesse, le carte di credito revolving funzionano proprio come un miniprestito a tassi altissimi, oltre il 15% e che arrivano anche fino al 20%.

Quindi la carta revolving funziona in questa maniera,si compra subito e si paga dopo ma a tassi più alti.

Il rischio della carta revolving è sicuramente quello di acquistare un bene e poi non riuscire a pagarlo dunque diventa un pericoloso strumento di debito per il cittadino.

Interessi delle carte di credito revolving.

Nel precedente post abbiamo fornito delle spiegazioni efficenti a tutti gli utenti che nei giorni scorsi ci avevano chiesto in cosa consistevano le carte di credito revolving e quali fossero gli interessi su queste tipologie di credit cards.

Oggi ci occupiamo di segnalare una notizia già letta nella maggior parte dei quotidiani nazionali a proposito della pericolosità delle carte di credito revolving che possono sicuramente rivelarsi un’arma a doppio taglio per il debitore italiano.

Infatti con la carta di credito revolving è possibile acquistare un bene e pagarlo in maniera dilazionata a distanza di mesi.Il rimborso in rate può avvenire a distanza di mesi e solo il contraente e l’azienda di carte di credito sapranno che il bene è stato acquistato a rate.

Un problema che però si può verificare con le carte di credito revolving è quello dei tassi di interesse che sono tra i meno convenienti dell’intero settore del credito al consumo.

Related Posts