Come nasce il Forex

Come nasce il Forex

Il mercato forex nasce dopo la catastrofe economica rappresentata dalla Seconda Guerra Mondiale.

I rappresentanti dei più importanti Paesi occidentali si riunirono nella piccola città degli Stati Uniti d’America nota come Bretton Woods con il fine di ideare un rivoluzionario sistema monetario transnazionale che avrebbe avuto il compito, grazie alla sua stabilità, di stimolare gli scambi ed i rapporti economici internazionali.

Il concetto base era semplice: bisognava creare un sistema in cui tutte le valute che entravano a farne parte fossero messe in relazione con il Dollaro per mezzo di tassi di cambio fissi, predeterminati.

Il Dollaro doveva poi dipendere da un valore altrettanto fisso, basato sull’ancoraggio di questa moneta al costo di un’oncia d’oro, pari a 35 Dollari.

Per garantire l’eliminazione di fluttuazioni dei prezzi all’interno del mercato, le Banche Centrali dei Paesi aderenti dichiararono che sarebbe spettato loro il compito di mantenere i prezzi fissi, secondo gli accordi presi a Bretton Woods, bilanciando la domanda e l’offerta.

Nel 1973 si decise di eliminare la rigidità del mercato che impediva ai prezzi di fluttuare a seconda del rapporto tra la domanda e l’offerta. Gli accordi di Bretton Woods sull’obbligo di mantenere stabile il mercato ancorando il Dollaro ad un’oncia d’oro vennero meno.

I prezzi delle valute iniziarono a fluttuare seguendo le condizioni di domanda e offerta. E’ a questo punto della Storia che nacque il mercato interbancario moderno che oggi conosciamo.

Nelle ultime decadi il mercato Forex ha visto aumentare il volume di denaro in esso investito a livello esponenziale. Forex é oggi il mercato più ampio e più liquido al mondo, quindi bisogna avere le giuste conoscienze ed attuare le giuste strategie forex per poter entrare in questo mercato.