Conto Cointestato

CONTO COINTESTATO

Cointestare un conto corrente significa rendere titolari di un rapporto bancario più di una persona contemporaneamente. E’ cioè possibile fare in modo che un conto acceso in un qualsiasi istituto di credito abbia come titolari due o più persone, legate da un rapporto di parentela o meno. E’ infatti possibile cointestare un conto a prescindere dal legame che relazione le persone titolari del rapporto, a patto che abbiano la maggiore età.

Ma quali sono i vantaggi, e cosa comporta essere titolari di un conto cointestato?

Attenzione alle condizioni! Occorre innanzitutto formalizzare con chiarezza i poteri dei singoli cointestatari. E’ un’operazione che viene compiuta al momento dell’apertura del rapporto, ma che può poi ripetersi anche in una data futura, con la semplice apposizione delle firme da parte di tutti i titolari, per la conferma della modifica delle condizioni.

Ci riferiamo soprattutto al fatto che le operazioni sul conto corrente cointestato possano essere compiute in maniera disgiunta o congiunta. Ciò significa che, in caso di firme disgiunte, ognuno dei singoli titolari del conto corrente potrà disporre del rapporto come meglio crede, senza dover di volta in volta richiedere l’approvazione dell’altro o degli altri cointestatari. Questo potere da parte del singolo intestatario non è assoluto, ma è comunque piuttosto ampio: basti pensare che, ad esempio, è in questo modo consentito al titolare del conto l’estinzione del rapporto stesso, senza che risulti necessaria la presenza delle altre persone cointestatarie.

Limitare i poteri. È comunque possibile, in ogni momento e con il consenso di tutti i cointestatari, limitare i poteri dei singoli titolari per tipologia di operazione o per importi della transazione. È infine possibile decidere per un’altra opzione, quella relativa all’imposizione delle firme congiunte. In questo modo, per certe operazioni, sarà necessaria l’apposizione delle firme di tutti i cointestatari (o di alcuni di essi, a seconda delle condizioni previste) per dar luogo a particolari tipi di transazione.

Vantaggi. Ma quali sono i vantaggi di cointestare un conto corrente? Ne evidenziamo solamente due: l’economicità, e la praticità.

Cointestare un conto corrente a una coppia, consente infatti alla stessa di evitare la duplicazione dei rapporti con la banca, evitando pertanto una conseguente duplicazione dei costi relativi al canone periodico, ai bolli, alle spese di comunicazione, e così via. Con un unico conto corrente queste spese si dimezzano, per la gioia del portafoglio familiare.

Il secondo motivo è la praticità di utilizzo. Basti pensare alla possibilità – senza ricorrere a deleghe – di poter consentire a un parente o a un amico cointestatario di poter utilizzare un conto in comune.

Ricerche correlate a conto cointestato
successione conto cointestato
conto cointestato appropriazione indebita
conto cointestato pignoramento
conto cointestato in caso di morte
conto cointestato poste
conto cointestato morte di un cointestatario
conto cointestato presunzione comproprietà
conto cointestato unicredit

Related Posts