Conto corrente Libero Benvenuto di Veneto Banca

Il conto corrente Libero Benvenuto di Veneto Banca è indicato per tutti i profili di clientela, a prescindere dal loro tipo di operatività (allo sportello o online): si tratta di una proposta destinata unicamente a chi accende il conto per la prima volta.

L’indicatore sintetico di costo prevede un costo medio di 94 euro e 30 centesimi allo sportello (80 euro e 30 centesimi online) per i giovani; di 120 euro e 40 centesimi (99 euro e 90 centesimi online) per le famiglie con bassa operatività; di 151 euro e 15 centesimi (128 euro e 15 centesimi online) per le famiglie con media operatività; di 157 euro e 65 centesimi (129 euro e 15 centesimi online) per le famiglie con alta operatività; di 65 euro e 90 centesimi (46 euro e 40 centesimi online) per i pensionati con bassa operatività; di 122 euro e 25 centesimi (96 euro e 25 centesimi online) per i pensionati con media operatività.

Per quel che riguarda le voci di costo nello specifico, Libero Benvenuto non prevede spesa per l’apertura del conto, ma si caratterizza per un canone annuo di 24 euro, che viene addebitato in rate mensili da due euro; non ci sono spese annue per il conteggio degli interessi e delle competenze, così come pari a zero è il canone per la carta di credito (Mastercard o Cartasì Base Visa). L’invio dell’estratto conto costa 1 euro per la copia cartacea, mentre è gratuito per le comunicazioni tramite posta elettronica.

Curioso è notare quali siano gli interessi sulle somme depositate: il tasso creditore annuo nominale, infatti, è pari allo 0.7500 % per le somme fino a 2500 euro (che corrisponde a un tasso effettivo dello 0.7521 %), mentre è nullo sopra tale soglia.

Per quanto concerne i fidi, il tasso debitore annuo nominale sugli importi effettivamente impiegati è del 15.75 %, pari a un tasso effettivo del 16.7049 %. Nel caso in cui il cliente si renda protagonista di sconfinamenti extra fido, Veneto Banca applica un tasso debitore del 16.7049 %, con Commissione di Istruttoria Veloce di 40 euro, per un importo trimestrale addebitabile massimo di 200 euro. A proposito dei vari servizi di pagamento, la commissione per gli assegni impagati è di 10 euro e 33 centesimi, mentre quelli irregolari, richiamati o insoluti richiedono il pagamento di una somma di 10 euro. Per gli assegni protestati, la percentuale sull’importo degli stessi è dello 0.15 %, con un minimo di 6 euro e 50 centesimi e un massimo di 13 euro e 50 centesimi.

In conclusione, si può notare come il conto corrente Libero Benvenuto di Veneto Banca sia consigliabile in maniera specifica per chi ha intenzione di aprire un conto depositando una somma di denaro limitata (non a caso gli interessi creditori sono erogati solo per importi inferiori ai 2500 euro); il canone annuo è, tra i conti non online, uno dei più bassi. Il cliente può recedere dal contratto che lo lega al conto in qualsiasi momento: per la chiusura del rapporto sono previsti tempi massimi di due mesi.