Conto corrente: quali sono i diritti del cliente

Quali sono i diritti di un cliente titolare di un conto corrente? Ogni correntista ha, naturalmente, dei diritti che devono essere rispettati perché possa essergli garantito il giusto trattamento: ecco quali.

In primo luogo, al momento di scegliere, il cliente (per il momento potenziale) ha il diritto di conoscere l’indicatore sintetico di costo del conto per tutti i profili indicati sui fogli informativi, e di ottenere i fogli informativi in maniera gratuita: è su di essi che sono riportati i costi e le caratteristiche del conto e di eventuali servizi abbinati. Inoltre, il cliente ha il diritto di avere tutte le informazioni che desidera a proposito della recessione dal contratto (in quali modalità può avvenire ed entro quali termini) e di ottenere una copia integrale del documento di sintesi o del contratto, senza che questo comporti un qualunque tipo di impegno per lui, anche prima della sottoscrizione del contratto stesso.

Inoltre, i fogli informativi devono essere messi a disposizione anche sul sito web dell’istituto: nel caso in cui si possa portare a termine il contratto direttamente online, deve essere resa disponibile anche una copia integrale del contratto con il documento di sintesi. Quest’ultimo indica tutte le condizioni economiche dell’accordo, e deve poter essere consultato in qualsiasi momento.

Al momento della firma, il cliente ha il diritto di poter scegliere quale canale di comunicazione scegliere (cartaceo o digitale) per ricevere informazioni e messaggi, tenendo conto che le comunicazioni online obbligatorie per legge non comportano alcuna spesa e sono totalmente gratuite. Il contratto non deve riportare condizioni sfavorevoli o svantaggiose rispetto a quelle indicate nel documento di sintesi e nel foglio informativo.

In seguito alla firma, il cliente ha il diritto di ricevere e tenere con sé una copia del documento di sintesi e una copia del contratto con la firma della banca (nel caso in cui l’apertura del conto venga effettuata su Internet, il cliente deve ricevere la copia del documento di sintesi, la copia del contratto e l’attestazione della conclusione del contratto).

Una volta aperto il conto, poi, si ha il diritto di ricevere, almeno una volta all’anno, il documento di sintesi relativo all’andamento del rapporto e un rendiconto. All’inizio dell’anno, inoltre, si deve poter ricevere un rendiconto delle spese totali effettuate nel precedente anno. Qualsiasi proposta di cambiamento delle condizioni contrattuali deve essere resa nota al cliente in anticipo: la proposta può essere respinta (tramite la recessione dal contratto) e, in ogni caso, deve essere adeguatamente giustificata indicando la motivazione che la rende necessaria.

Il cliente, poi, ha il diritto di ottenere una copia della documentazione (a proprie spese) relative alle singole operazioni compiute nei dieci anni precedenti: la richiesta deve essere soddisfatta entro novanta giorni, e ha valore anche in seguito alla chiusura del conto. Infine, il cliente deve poter contare sulla stessa periodicità nella capitalizzazione degli interessi creditori e degli interessi debitori, e poter disporre degli importi riguardanti gli assegni bancari o circolari che sono stati versati sul suo conto al massimo entro il quarto giorno feriale seguente al versamento stesso.

Related Posts