Gli Fpa e i Pip cosa sono?

Gli Fpa e i Pip

Gli Fpa, cioè i fondi pensione aperti, sono strumenti di previdenza complementare che vengono creati e gestiti da società di gestione del risparmio, società di intermediazione mobiliare, compagnie assicurative e banche per poi essere collocati presso il pubblico, essendo destinati ai lavoratori dipendenti, ai liberi professionisti e ai lavoratori autonomi, ma anche ai loro familiari.

L’adesione può essere collettiva (se ciò viene permesso dal Regolamento del Fondo) o individuale; in caso di adesione collettiva viene stipulato un accordo tra l’azienda e il Fondo riguardante i termini e le modalità di contribuzione di chi vi aderisce. L’adesione a questo tipo di fondi, per altro, è incentivata da agevolazioni fiscali: i contributi a carico dell’azienda e a carico del lavoratore, infatti, possono essere dedotti fino a un limite massimo di 5164 euro e 57 centesimi.

Gli Fpa sono fondi a contribuzione definita: ciò vuol dire che l’entità delle prestazioni non può essere definita a priori, ma varia in funzione dei contributi che vengono versati (oltre che del regime fiscale applicato e del rendimento degli strumenti finanziari).

Un tipo di fondo pensione particolare può essere individuato nelle Fip, le Forme Individuali Pensionistiche, note anche come Pip, Piani Individuali Pensionistici: si tratta di strumenti previdenziali che permettono di fornire prestazioni pensionistiche integrative alle pensioni del sistema pubblico.

Ciò che distingue i Pip dai fondi pensionistici comuni, però, è che si può aderire ai Pip individualmente: il che implica che il versamento dei premi stabiliti può essere interrotto in qualsiasi momento (e ricominciare in qualsiasi momento) senza penalizzazioni o interruzioni del contratto. Inoltre, l’adesione ai Piani Individuali Pensionistici è totalmente libera: possono ricorrervi anche studenti e casalinghe privi di posizione previdenziale pubblica.

Un esempio di Pip può essere identificato nel piano individuale pensionistico ViPensiono proposto da Zurich, che si caratterizza per due linee di investimento differenti: Fondo Vip consente una gestione interna separata di tipo principalmente obbligazionario, e si presenta come un profilo di basso rischio con un rendimento minimo garantito del 2.25% ogni anno; Eurovip, invece, rappresenta un fondo interno assicurativo di tipo principalmente azionario, e si presenta come un profilo di alto rischio.

ViPensiono costituisce una soluzione personalizzabile, anche perché può essere articolata in sei opzioni di gestione differenti, e flessibile, visto che sia gli importi che le tempistiche dei versamenti possono essere decisi e variati in funzione delle proprie esigenze: inoltre, essi possono essere interrotti senza penalizzazioni o integrati con versamenti aggiuntivi.

ViPensiono, tra l’altro, garantisce un risparmio di imposta sui rendimenti che vengono maturati ogni anno pari all’1.5%.

Le sei opzioni gestionali a disposizione sono: gestione garantita (composta interamente da Fondo Vip), gestione azionaria (composta interamente da Fondo Eurovip), gestione bilanciata obbligazionaria (composta per il 70% da Fondo Vip e per il 30% da Fondo Eurovip), gestione bilanciata azionaria (composta per il 70% da Fondo Eurovip e per il 30% da Fondo Vip), gestione bilanciata (composta per metà da Fondo Eurovip e per metà da Fondo Vip), gestione guidata e gestione Tfr protetto (in cui i contributi del Tfr sono destinati al Fondo Vip).