Il conto corrente della Bcc Toniolo

Il conto corrente della Banca di Credito Cooperativo Giuseppe Toniolo propone un indicatore sintetico di costo di 122 euro e 10 centesimi per un profilo a bassa operatività (112 operazioni).

Per quel che riguarda i costi fissi, non ci sono spese per l’apertura del conto, mentre la gestione della liquidità presuppone il pagamento di un canone annuo di 56 euro (pari a zero, invece, sono le spese annue per il conteggio delle competenze e degli interessi); chi vuole usufruire anche del servizio di home banking deve pagare un canone ulteriore di 24 euro all’anno.

Per quanto concerne i costi variabili, invece, la registrazione di ogni operazione richiede una commissione di 1 euro e 50 centesimi; l’invio dell’estratto conto periodico costa 1 euro e 30 centesimi, mentre l’invio dello scalare periodico costa 2 euro e 60 centesimi. Detto che il tasso creditore annuo nominale sulle somme depositate è dello 0.20 % (che corrisponde allo 0.20015 % di tasso creditore effettivo), vale la pena notare come la maggior parte dei servizi di pagamento richieda una commissione: si va da 52 centesimi per la domiciliazione delle utenze domestiche a 1 euro e 20 centesimi per la domiciliazione delle altre utenze; da 2 euro per il prelievo presso gli sportelli automatici di altre banche a 9 euro per i bonifici superiori ai 500mila euro o urgenti verso l’Italia; da 3 euro e 50 centesimi per i bonifici “normali” con addebito sul conto da sportello a 1 euro per i medesimi bonifici tramite home banking.

Occorre fare attenzione anche ai tassi per gli sconfinamenti: in assenza di fido il tasso debitore nominale sugli importi utilizzati è del 13.75 % ogni anno, che corrisponde a un tasso effettivo del 14.47 % (con importo massimo per trimestre di 120 euro di commissioni istruttoria veloce); il fido comporta un tasso nominale del 12.35 % che corrisponde a un tasso effettivo del 12.93 %; infine, per gli sconfinamenti al di fuori del fido, il tasso nominale è del 13.75 %, che corrisponde a un tasso effettivo del 14.47 % (ma in questo caso l’importo massimo per trimestre di commissioni istruttoria veloce è di 75 euro).

Per quanto riguarda i bonifici in entrata, non sono previste commissioni di accredito a prescindere dall’urgenza o dall’importo, sia che essi provengano dall’Italia o dall’estero; per i bonifici in uscita, invece, è prevista una commissione di 3 euro e 50 centesimi se essi vengono effettuati in Italia verso altre banche allo sportello, o di 1 euro se l’operazione viene eseguito tramite Relax Banking.

Il cliente ha la possibilità di recedere dal contratto relativo al conto corrente in qualunque momento, senza alcun tipo di spesa o di penalità: il preavviso scritto deve essere non inferiore ai due giorni. Per la chiusura del rapporto, invece, è previsto un tempo massimo di sette giorni. In conclusione, si può notare come le condizioni contrattuali proposte dal conto corrente di Bcc Toniolo non risultino particolarmente vantaggiose, a meno di non disporre di una liquidità significativa che rende interessante il tasso creditore offerto.