Il conto corrente per i condomini di Banco Popolare

Nella vasta gamma di conti correnti a disposizione dei privati e delle imprese in Italia, una realtà particolare è rappresentata dai conti correnti per i condomini. Banco Popolare, per esempio, propone Conto Corrente Condomini, prodotto che permette di amministrare i soldi necessari al pagamento delle spese straordinarie e ordinarie dei condomini.

Affinché il conto possa essere aperto, occorre una delibera dell’assemblea dei condomini che comprende un’autorizzazione ad aprire il rapporto, con la designazione dell’amministratore (che sottoscrive materialmente il contratto). Nella delibera deve essere indicato quale sarà il periodo in cui l’amministratore resterà in carica, e quali sono i poteri che gli spettano nell’operare sul conto. Conto Corrente Condomini è associato a una carta Bancomat che può essere usata secondo il limite del saldo disponibile: in altre parole, non sono ammessi sconfinamenti.

Per quel che riguarda le condizioni economiche, tale prodotto si caratterizza per un tasso creditore pari allo 0.01 % per giacenze inferiori ai 5mila euro, e pari allo 0.1 % per giacenze superiori. In caso di scoperti transitori viene applicato un tasso annuo debitore del 20 %. Sono ammessi, naturalmente, i fidi: in questo caso il tasso annuo debitore nominale è del 15 % (che corrisponde a un tasso effettivo del 15.865 %). Per importi extra fido inferiori a 5mila euro, il tasso debitore è del 16 %, che diventa del 15 % quando gli importi superano i 5mila euro.

Da notare anche il corrispettivo annuo per disponibilità creditizia, pari al 2 %; la commissione di istruttoria veloce è di 100 euro. Conto Corrente Condomini si contraddistingue per un canone annuo di 30 euro; non ci sono spese per il calcolo delle competenze, mentre il rilascio del libretto degli assegni presuppone una commissione di 1 euro e 20 centesimi.

Tra le altre spese, vale la pena segnalare quelle per l’elaborazione e la spedizione dell’estratto conto e dei documenti per la trasparenza in formato cartaceo, pari a 1 euro e 25 centesimi (gli stessi documenti inviati online, invece, sono gratuiti). Le competenze a debito, così come quelle a credito, vengono liquidate ogni tre mesi, e trimestrale è anche la frequenza di invio dell’estratto conto.

L’invio di bonifici, a prescindere dalla banca di destinazione, prevede una commissione di 1 euro e 50 centesimi se l’operazione viene effettuata allo sportello, e di 50 o 60 centesimi (a seconda della banca di destinazione) se l’operazione viene effettuata tramite Youweb, cioè attraverso Internet. La commissione fissa aggiuntiva per i bonifici urgenti è di 5 euro e 16 centesimi, cui si aggiunge una commissione percentuale dello 0.1 %, per arrivare a un massimo di 51 euro e 65 centesimi.

A proposito di assegni, infine, non sono previste commissioni per l’emissione di assegni circolari, mentre per gli assegni di traenza inviati con posta raccomandata è richiesto il pagamento di un supplemento di 3 euro e 78 centesimi.

Insomma, il Conto Corrente Condomini di Banco Popolare rappresenta uno strumento pratico, e tutto sommato economico, per gestire la liquidità di un condominio: vale la pena valutarne l’utilità con la massima attenzione.

Related Posts