Il decreto Bersani novità nel mondo delle polizze assicurative

Il decreto Bersani

Il decreto Bersani ha apportato una serie di modifiche e novità nel mondo delle polizze assicurative dando la possibilità di risparmiare sulla classe di merito di entrata di un nuovo assicurato e quindi un cittadino può conseguire la stessa classe di Bonus/Malus di un convivente o di una familiare che sia presente nello stato di famiglia.

L’obiettivo principale del decreto è stato senza dubbio quello di rendere lineare e trasparente l’intero settore delle assicurazioni garantendo la necessaria protezione del cliente verso tutte le agenzie.
L’articolo 134 del codice delle assicurazioni, così come modificato dalla cosiddetta “Legge Bersani”, consente al contraente di una assicurazione RCA di usufruire della stessa classe di merito per tutte le vetture di sua proprietà, inserendo la seconda e le successive auto nella classe della prima.

La legge vale anche per le auto di proprietà di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, per cui sarà possibile, ad esempio, per figlio neopatentato di assicurare la propria nuova auto nella classe 1 del padre o della madre, anziché nella canonica classe di merito 14, costosissima. Secondo il decreto Bersani l’agenzia assicurativa deve rispettare le regole di trasparenza e di propaganda informando in maniera immediata il cliente riguardo eventuali modifiche sfavorevoli per quanto concerne la classe di merito.

Un altro vantaggio offerto del decreto Bersani è quello di non poter stipulare contratti di assicurazioni auto o moto pluriennali da parte delle agenzie di assicurazioni, proprio per lasciar decidere al cliente dopo un anno di contratto se rimanere con quell’istituto di assicurazioni o cambiare e anche quello di poter mantenere la stessa classe anche se per esempio scade una polizza auto e non viene rinnovata dopodiché per esempio passati due anni si vuole riattivare una assicurazione su una nuova auto, si potrà stipulare una polizza RCA auto con la classe di merito dell’ultima polizza stipulata.