Modifica Unilaterale delle Condizioni Contrattuali

Modifica Unilaterale delle Condizioni Contrattuali

Parliamo in questo post di un argomento importantissimo per il consumatore, la cosiddetta “Modifica Unilaterale delle Condizioni Contrattuali”, che non rappresenta altro che un documento che la banca invia ai propri clienti in formato cartaceo via posta prioritaria.

La modifica unilaterale delle condizioni contrattuali è una facoltà a favore dell’ istituto di credito, prevista e sottoscritta dal correntista al momento della stipula del contratto di conto corrente.

La proposta di modifica unilaterale deve essere inviata in anticipo dalla banca e a norma di legge deve contenere la motivazione che ne giustifica il cambiamento.

In questo caso il cliente ha il diritto di recedere dal contratto di conto corrente, respingendo la modifica e inviando comunicazione tramite posta raccomandata a/r all’ istituto di credito, ricordando di fotocopiare il tutto e di tenere accuratamente tutto ordinato e “spillato”.

Nel caso che la modifica unilaterale è inerente ai tassi d’interesse ed è in un certo qual modo correlata alla Banca Centrale Europea, l’istituto di credito deve cambiare contemporaneamente sia i tassi debitori che i tassi creditori.