Mutuo Mediolanum

Un mutuo a tasso variabile concesso da Banca Mediolanum: è il Mutuo Ristrutturazione Mediolanum Riparti Italia, a medio o lungo termine: la durata minima è 10 anni, la durata massima di 20.

Possono richiedere un finanziamento tutti coloro che intendono ristrutturare un edificio ad uso residenziale e che si avvalgono della garanzia di un’ipoteca sostanziale di primo grado – che corrisponde al 200% della somma.

L’erogazione del denaro può avvenire in una soluzione unica o a tranches, fino al raggiungimento della somma totale. In entrambi i casi il progetto della ristrutturazione deve essere certificato unicamente da un perito scelto dalla banca. Rimborso: il mutuo Riparti Italia prevede un rimborso basato su rate mensili, in funzione di un piano di ammortamento francese – ovvero con le rate che son costituite sia da una quota capitale che da una quota di interessi.

Salta la Rata: un’opzione interessante che permette di non rispettare la scadenza del pagamento – questa opportunità è concessa per un massimo di 2 volte l’anno, 6 volte nella durata del finanziamento, non nell’ultimo anno: in questo caso il mutuo si allunga del numero dei mesi corrispondenti al numero dei mesi saltati.

Taeg: quello massimo è del 2,70%; in caso di associazione alla polizza assicurativa Incendio e Scoppio sale al 2,73%. Può essere finanziato, sia per 1^ o 2^ casa, un importo pari al 100% dei costi necessari per i lavori di ristrutturazione, a patto che non superino il 50% del valore dell’edificio. L’importo minimo è di € 25.000.

Parametro di indicizzazione: Euribor 365 a 3 mesi, che viene ricalcolato con cadenza trimestrale – 1° gennaio – 1° aprile – 1° luglio – 1° ottobre.

Spread, per valori dell’Euribor:

–  uguali o inferiori al 2,5% lo spread massimo è del 2,25%;
– compresi tra il 2,5 e il 3,5% lo spread massimo è del 2,05%;
– compresi tra il 3,5 e il 5,5%, lo spread massimo è dell’1,85%;
– uguali o superiori al 5,5%, lo spread massimo è dell’1,65%

Le spese
Il contratto prevede una spesa d’istruttoria dello 0,50% rispetto somma richiesta, con un minimo di € 400,00 e una soglia massima di € 1.400. Per la gestione del rapporto è previsto, per lo stralcio ipotecario, una spesa di € 200,00 – escluse le spese notarili. Per l’accollo del mutuo il costo è di € 180,00.
Per l’eventuale sospensione delle rate, l’invio di comunicazioni e l’incasso della rata non vi sono costi.
Per il rinnovo dell’ipoteca invece è previsto un costo di € 80,00; per il conteggio per l’estinzione anticipata si prevede un pagamento di una somma di € 100,00.

NB: per avere accesso al Mutuo Ristrutturazione Riparti Italia è importante disporre di coperture assicurative adeguate – come la polizza contro i danni all’immobile – per eventuali rischi dovuti a danni all’edificio.