Prestito CheBanca, opinioni, e informazioni su come richiederlo

I prestiti di CheBanca!

CheBanca! mette a disposizione dei propri clienti una serie di prestiti personali erogati in collaborazione con Compass, società finanziaria appartenente al Gruppo Mediobanca attiva nel settore da più di cinquanta anni.

I clienti hanno la possibilità di chiedere in prestito somme fino a 30mila euro, e le rate possono durare fino a 84 mesi. L’importo di denaro richiesto viene erogato entro 30 giorni dalla firma del contratto tramite bonifico; per ottenere il credito non è obbligatorio né sottoscrivere assicurazioni, né firmare altri contratti per servizi accessori.

Per quanto concerne le condizioni economiche, le commissioni di richiamo per gli effetti cambiari sono a carico del cliente, così come le spese per le prestazioni di garanzia (il bollo sugli effetti cambiari). Nel caso in cui si verifichino dei ritardi nei pagamenti, è prevista una spesa di 5 euro per l’invio di solleciti per posta, mentre per interventi di recupero stragiudiziale viene richiesta una commissione minima di 10 euro, con una soglia massima pari al 20% dell’importo scaduto.

Le spese di notifica della decadenza dal beneficio del termine arrivano al massimo a 51 euro e 65 centesimi (escluso il recupero delle imposte di bollo e delle spese postali), con gli interessi mensili di mora applicati all’1% e calcolati sulla quota capitale del debito residuo complessivo. Va detto che i pagamenti devono essere effettuati a favore di Compass, e in caso di versamenti compiuti a favore di CheBanca! non c’è alcun effetto liberatorio; i versamenti con assegni circolari, contanti e bollettini postali vedono applicata la valuta del giorno di ricezione effettiva, mentre i versamenti con assegni di conto corrente si basano sulla valuta di tre giorni successivi rispetto alla data del versamento.

Il cliente ha la facoltà di chiedere a Compass di posticipare il pagamento di una rata o più rate: la finanziaria può decidere se accettare o rifiutare l’accomodamento. Nell’eventualità in cui il rinvio della rata venga accettato, è previsto un costo che varia da caso a caso, e che comunque è stabilito sulla base del tasso di interesse specificato nel contratto.

Per avere tutte le informazioni necessarie sulle caratteristiche del prestito, sugli obblighi imposti dal contratto e sui documenti a disposizione, ci si può rivolgere direttamente a CheBanca!. Come per tutti i finanziamenti, anche per i prestiti erogati da CheBanca! è consigliabile valutarne la convenienza prendendo in considerazione il Taeg, che comprende gli interessi calcolati in base al Tan, le spese di incasso, una commissione finanziaria, le spese di gestione, l’imposta di bollo, le spese per la spedizione dei bollettini postali (se viene scelta tale modalità di pagamento) e le spese per la spedizione delle comunicazioni periodiche di trasparenza (con l’imposta di bollo a esse relativa).

È bene sapere che Compass ha la possibilità di modificare unilateralmente le condizioni economiche del contratto relativo al prestito dando un preavviso di due mesi: i cambiamenti, però, non coinvolgono i tassi di interesse, che rimangono gli stessi indicati sul contratto per tutta la durata del rimborso. Naturalmente, il cliente può recedere dal contratto con l’applicazione delle condizioni precedenti.

www.chebanca.it