Prestito IBL Banca, opinioni, e informazioni su come richiederlo

Il Gruppo Bancario IBL Banca da accesso a varie forme di finanziamento, che vanno incontro a diverse necessità.

Uno di questi è il prestito personale chiamato Rata Bassotta. Si tratta di un finanziamento che consente l’ottenimento di una somma di denaro, senza il bisogno di specificarne la destinazione. Rata Bassotta prevede un rimborso fino ad un massimo di 120 mesi.

Per poterne usufruire l’importo del prestito deve essere di un minimo di € 2.000, fino ad un massimo di € 60.000. Per l’ottenimento del prestito di IBL Banca è necessario avere la residenza in Italia e godere di un’ottimale posizione creditizia, senza ritardi nei rimborsi dei finanziamenti.

Ai pensionati ed ai lavoratori dipendenti vengono offerti altri tipi di finanziamento: per questi soggetti è possibile sfruttare la concessione del quinto, in base alla quale il rimborso delle rate avviene tramite trattenuta sullo stipendio o sulla pensione, per un importo non superiore al 20% dell’accredito. Il periodo di rimborso, anche con questa opzione, può durare fino a 120 mesi e può essere concesso anche se il richiedente ha avuto in passato disguidi bancari.

Un tipo di prestito, quello con cessione del quinto, che viene erogato sia con bonifico bancario che con assegno; si ha la possibilità inoltre di poterlo negoziare in anticipo ottenendo gli interessi non maturati. Se il totale non supera il 50% dello stipendio (o della pensione), il prestito può essere fatto anche in compresenza di altre trattenute sullo stipendio o pensione. In ogni caso, questo tipo di finanziamento è sempre associato a coperture assicurative che tutelano dal rischio impiego e dal rischio vita del cliente. Le dilazioni possibili: 2-3-4-5-6-7-8-9-10 anni. Per la cessione del quinto il tasso nominale è del 4,70%, mentre le spese di istruttoria non superano i € 450,00.

IBL Banca propone anche il prestito con delega – riservato solo ai dipendenti con contratto a tempo indeterminato: questo tipo di prestito permette la richiesta di un importo ulteriore ad un finanziamento già in corso; una liquidità aggiuntiva il cui rimborso può arrivare ai 10 anni. Anche in questo caso può essere richiesto anche se in passato il cliente ha avuto dei problemi con la banca e può essere un tipo di prestito affiancato alla cessione del quinto – con estinzione basata sulle rate mensili.

Un finanziamento che da la possibilità a coloro che vantano un credito fisso, di poterlo trasferire a terzi, un tipo di contratto tripartito tra IBL Banca, il richiedente e il datore di lavoro (di chi richiede il prestito). In questo caso il datore di lavoro, si assume la qualifica di debitore terzo in seguito alla cessione dei crediti operata dal richiedente.