Rimborso automatico per operazioni non autorizzate

Rimborso automatico per operazioni non autorizzate di Conto Corrente.

Il codice deontologico per la Sicurezza dei Servizi di pagamento (PSD), entrato in vigore in Eurozona e quindi anche in Italia permette una nuova tutela per i cittadini in caso di operazioni non autorizzate.

E’ la situazione nella quale il cittadino si ritrova nel momento in cui viene riscontrato un addebito per una operazione non effettuata.

Si parla in questo caso di operazioni non autorizzate dal cittadino.

In questo caso è cambiata la prassi e la tempistica di rimborso per le operazioni non effettuate a carico del correntista.

Il cittadino ha un anno e un mese di tempo (13 mesi) per comunicare alla banca che l’operazione non è autorizzata e si richiede un rimborso dell’ operazione.

La richiesta di rettifica va effettuata solamente con raccomandata a/r e si consiglia di tenere una copia del contenuto scritto della lettera e delle ricevute postali.

In precedenza nessuna normativa tutelava le operazioni non effettuate e la giurisprudenza non era chiara nei casi di addebiti non autorizzati.

Una volta che la banca ha ricevuto la vostra richiesta l’importo NON AUTORIZZATO verrà rimborsato subito.

Related Posts