Tempi di prescrizione di un assegno bancario.

Tempi di prescrizione di un assegno bancario.

Da un periodo di tempo a questa parte nel nostro blog parliamo non solo di mutui e prestiti, ma anche di debiti che identificano la situazione di crisi economica dei cittadini italiani da due anni a questa parte.

Tante sono le tipologie di debito e tante sono le domande richieste dai nostri visitatori, oggi Antimo da Napoli ci chiede quali sono i tempi di prescrizione di un assegno bancario.

Nel nostro blog avevamo parlato in passato dei tempi di prescrizione di un assegno circolare, utilizza la funzione cerca per trovare articoli inerenti all’ assegno circolare nel sito.

La prescrizione di un assegno bancario, in particolare, è diversa da quella di un assegno circolare: per il bancario si può richiedere il debito entro sei mesi, il circolare ha solo la durata di un mese.

La prescrizione dell’ assegno bancario è regolata dall’ Articolo 75 del Regio Decreto 1736/1933 e afferma che tutte le azioni di regresso che possono essere effettuate contro i giranti, il traente e gli altri obbligati in solido si prescrivono in 6 mesi da quando scade il termine di presentazione dell’assegno al giorno del pagamento dello stesso.

La normativa:

Art. 75
Il regresso del portatore verso i giranti, il traente e anche gli altri obbligati ha tempi di prescrizione pari a 6 mesi dal termine di di incasso. Le azioni di regresso fra i diversi obbligati (a norma di legge) al pagamento dell’assegno della banca gli uni contro gli altri hanno prescrizione in 6 mesi a partire dal giorno nel quale l’obbligato ha effettuato il pagamento dell’assegno bancario o dal giorno nel quale l’azione di regresso è stata attivata contro di lui. Esiste anche l’azione di arricchimento che è prescritta entro un anno a partire dal giorno della perdita della azione che dunque nasce dall’assegno

Art. 76
L’interruzione della prescrizione non è valida contro la persona rispetto a cui quale è stato notificato l’atto interruttivo.

Conclusioni sulla Prescrizione di un Assegno Bancario.

A differenza dell’ assegno circolare che è sempre incassabile l’assegno bancario ha delle date di prescrizione. La normativa da noi elencata nel nostro sito in questo articolo è chiara e basta seguire le istruzioni degli articoli 75 e 76 del Regio Decreto.

In ogni caso vale sempre la regola del credito, incassare gli assegni bancari finchè si è in tempo e fino a quando non scadono i tempi necessari per la validità della somma di denaro, onde evitare la perdita del denaro spettante.