Trading Youbanking

Trading con Youbanking

Youbanking permette di operare sul trading a condizioni piuttosto convenienti: non solo non occorre pagare diritti da custodia, ma – fino al 30 giugno del 2015 – l’imposta di bollo è a carico della banca. Per quel che concerne le commissioni, su azioni e obbligazioni in Italia esse sono pari allo 0,19% sia allo sportello che on line, con un minimo di 5 euro (in entrambi i casi) e un massimo di 15 euro per l’on line (mentre allo sportello non è prevista soglia massima).

La percentuale applicata su azioni e obbligazioni all’estero, invece, è dello 0,50% allo sportello, con un minimo di 25 euro e senza soglia massima; per l’on line, invece, la quota fissa è di 25 euro.

La linea di trading di Youbanking consente di operare su fondi, covered warrant, obbligazioni e azioni sulla Borsa Italiana, oltre che sulle azioni delle più importanti Borse estere, sia in Europa che in America. A disposizione degli utenti che sfruttano il trading on line ci sono ordini condizionati, news in tempo reale, grafici intraday, servizi di sms informativi, storici italiani ed esteri, book a 5 livelli, tecnologia push e strumenti di analisi fondamentale avanzati.

Il dossier titoli prevede zero costi per l’apertura e la custodia, e condizioni di negoziazione e amministrazione alquanto vantaggiose: basti pensare che per i titoli in Italia le commissioni di accredito delle cedole sono pari a zero, così come quelle di accredito dei rimborsi e di accredito dei dividendi. Le uniche commissioni richieste sono quelle per le operazioni sul capitale, e sono pari a 10 euro, mentre l’invio dei documenti relativi è gratuito.

Anche per i titoli esteri le condizioni applicate sono tutt’altro che disprezzabili: la commissione valutaria è pari allo 0,15%, mentre l’accredito dei rimborsi è gratuito. È prevista una commissione per l’accredito dei dividenti e delle cedole, ma è minima, pari a 1 euro. L’invio dei documenti è gratuito, mentre occorre tenere conto delle spese per la dematerializzazione (60 euro) e delle spese per ogni singola operazione sul capitale (10 euro). Il cambio è negoziato alle 13.30 di due giorni lavorativi precedenti la valuta. Da notare, inoltre, che non ci sono spese per eventuali trasferimenti degli strumenti ad altre banche né per il recupero delle spese per capital gain.

Riassumendo, sono diverse le condizioni favorevoli proposte: in primo luogo, il dossier titoli può essere aperto senza nessuna difficoltà direttamente on line attraverso il conto corrente Youbanking, senza spese di apertura e di custodia. Come detto, è disponibile una linea di trading dedicata a Youbanking, che favorisce sia i clienti più esperti sia chi è alle prime armi.

Vale la pena di notare, in conclusione, che per i titoli negoziati in Italia non ci sono spese per ordini ineseguiti, mentre per i pronti contro termine la commissione è di 5 euro in filiale e nulla on line; per i titoli negoziati all’estero, invece, gli ordini ineseguiti hanno comunque un costo di 1 euro (mentre per i Pct le condizioni sono uguali a quelle dei titoli negoziati in Italia).